Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

 

 

La "SABRINA" alla Scala di Milano Stampa E-mail

La “Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane” e il suo Direttore Ing. Luigi Cantamessa con sorprendente celerità stanno mettendo a regime la nuova struttura di Ferrovie dello Stato Holding che si interessa di tutto il patrimonio storico delle FS. Per quanto riguarda il parco storico delle locomotive, per superare le difficoltà delle norme ANSF sulla sicurezza dei treni durante la marcia, il gruppo delle locomotive E 646 che fanno parte del parco storico di Fondazione FSi stanno ricevendo a Milano Greco le apparecchiature del SCMT. Si tratta per le E 646 di una implementazione del sistema dato che già montano quasi tutte le apparecchiature della Ansaldo simili del tutto alle E 656. Infatti hanno circolato fino al 2009 con tali apparecchiature in regime di Ripetizione dei Segnali (RS) in macchina. Quando poi l’ANSF richiedeva l’obbligo del SCMT per ragioni di economicità tutto il gruppo è stato accantonato e radiato. La E 646 028, appena dopo il restauro operato dall’ATSP nel 2010, è riuscita a fare tre treni storici come titolare , ma quando sono entrate in vigore le limitazioni dell’ANSF ci si è accorti che non possedeva la piena capacità del sistema SCMT , tanto che è stata utilizzata per la sua potenza oraria solo in coda di spinta al treno di Natale nel 2012 per Salerno. Battezzata “Sabrina” per decisione dei Soci ATSP e del suo Presidente in onore della Dott./ssa Sabrina De Filippis, ex Direttore della DTR Puglia, e oggi funzionario della AV della Passeggeri, che tanto a fatto per i treni storici della Puglia,la 028, orgoglio del parco storico, è stata sempre tenuta atta all’esercizio dai soci ATSP all’interno del deposito di Taranto, sino alla bella notizia dell’implementazione del sistema SCMT da parte della Fondazione FSi per utilizzarla alla testa dei treni d’epoca nel sud Italia. Infatti dopo la sistemazione delle due E 646, la 158 e 190 è toccata proprio a lei recarsi a Milano Greco per le operazioni del caso, che dureranno all’incirca un mese. Lunedì 13 gennaio è partita dal deposito di Santo Stefano di Magra (SP) la E 632 030 ( presto facente parte del parco storico) condotta dai macchinisti Francesco Leonardi e Pietro Forconi appartenenti alla struttura della Fondazione, grandi appassionati di treni storici. Questo aspetto deve essere sottolineato e dare merito alla Fondazione che sta operando bene affidando gli incarichi in mano a gente competente e appassionata della nostra cultura, specie per quanto riguarda la condotta delle locomotive. Il viaggio si è svolto in tre tappe: la prima con sosta a Salerno; la seconda a Pescara e la terza con arrivo a Milano Centrale. La coppia di macchinisti è giunta a Taranto alle 12,54, e dopo aver consumato il pranzo in un ristorante convenzionato di Taranto vecchia,ha fatto ingresso in deposito dove sul binario della “Carbonaia” del DL di Taranto, la attendeva la E 646 028 sistemata e preparata per la partenza dallo Staff composto dai manovratori ,dal C.D Angelo Mingolla responsabile di Trenitalia del deposito e socio fondatore dell’ATSP e dal suo presidente. Dopo l’aggancio è toccata alla bellissima “Sabrina “alzare le “corna” e mettere in funzione i motori e tutti gli apparati necessari a condurre in stazione la E 632 030, che subito dopo alle 14,42 ha preso la titolarità del breve convoglio partendo alla volta di Pescara. Tutto si è svolto nella massima regolarità. Molto soddisfazione c’era tra i pochi soci ATSP accreditati presenti all’invio, ma anche i macchinisti erano compiaciuti di condurre una signora locomotiva che è stata riportata in modo esemplare all’antico splendore , quando al traino dei treni rapidi negli anni 60/70 era una locomotiva di lusso. Molto particolare e bello è la coincidenza storica del suo esordio negli anni 60 con i macchinisti del compartimento della Liguria con i due di oggi che erano della stessa zona. Appena terminati i lavori la locomotiva farà ritorno in Puglia per essere titolare dei treni storici; e speriamo che sarà condotta dai i sig. Forconi e Leonardi per essere festeggiati e proposti soci onorari dell’ATSP.

Il Presidente ATSP
Dott.Oreste Serrano

 

 
< Prec.   Pros. >
Menu principale
Home
Eventi e manifestazioni
Attualitą Ferroviaria
Modalitą richiesta treni
Linee Ferroviarie in Puglia
Rassegna stampa
Links
Diventare soci ATSP
Treni in programma
Programmi Treni
Locandine
Notizie storiche
Il recupero dei rotabili ATSP
Notizie storiche sui rotabili
Storia delle Ferrovie in Puglia
Francobolli ferroviari
Ultime notizie
Sondaggi
Ti piace il nostro sito?
 
Chi e' online
Abbiamo 5 visitatori online