Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

 

 

La E 646.028 “SABRINA” Della DTR PUGLIA E Il Modello Della ROCO Stampa E-mail

 

In occasione dell’apertura mensile della sede sociale dell’Associazione Treni Storici Puglia, sabato 7 dicembre è stato consegnato nelle mani del suo Presidente il modello della ROCO E 646 028 “Sabrina” da parte del Socio Altamura Antonio, offerto dall’importatore italiano Sig. Faustino Faustini come ringraziamento per la collaborazione data dall’ATSP alla realizzazione del modello. Il Presidente ha ricevuto nelle sue mani il bellissimo e realistico modello della “Sabrina”, esprimendo il suo ringraziamento alla Roco e al suo importatore, per l’attenzione della grande casa austriaca avuta nei confronti di un lavoro fatto dall’ ATSP, che ha reso unico una locomotiva di grande pregio storico riportandola allo stato originario a suo totale carico. Il Presidente ha anche ringraziato il socio Altamura Antonio per l’impegno profuso soddisfacendo tutte le richieste della Ditta, con l’invio di decine e decine di foto e rilievi di diverso genere. La Ditta Roco ha espresso il desiderio di realizzare altri modelli dei rotabili in cura all’ATSP, e il Presidente ha dato mandato pieno a continuare l’interessante dialogo, convenendo di proporre la realizzazione modellistica delle due vetture Tipo X Bz e ABz, restaurati dall’ATSP secondo i canoni degli anni 60/70, facenti parte del parco storico della Puglia, da abbinare in modo perfetto al modello E 646 028 “Sabrina”. La realizzazione modellistica della E 646 028 Roco, ci inorgoglisce per il lavoro fatto sulla macchina al reale, che in appena 6 mesi fu restaurata e riportata al suo stato reale del 1974, superando non poche difficoltà di natura tecnica, risultando la prima, e ancora oggi, unica E 646 priva del sistema a navetta. Per rendere l’idea del lavoro fatto renderà chiaro l’idea del lavoro svolto l’opuscolo uscito in occasione del treno organizzato dall’ATSP e Regione Puglia, Assessorato ai Trasporti, ”Ferrati in Storia” sulla tratta Taranto-Bari C.- Brindisi e vic, il 17 marzo 2011, che inaugurò la seconda vita alla E 646 028. Secondo le ultime notizie della Fondazione FS, cui oggi appartiene la locomotiva, fornitaci da Mario Silvestri, la E 646 028 andrà a presto presso le OML di Milano Greco per le manutenzioni di rito e l’implementazione del sistema STMC. Infine, cogliendo l’occasione, si ricorda che l’ATSP ha realizzato, sempre a suo carico e nel rispetto della storicità, dal 1998 il restauro, non solo estetico, di tutti i rotabili storici della ex DTR Puglia, che sono entrati a far parte del parco storico oggi alla Fondazione FS, e tanto per elencarli alcuni, la bellissima E 424 249(ex049) riportandola al 1949, la E 636 318, la E 626 185, la D 443 1030 , 10 vetture, la D 445 1034 che attende la sua sorte, la Gr 835 327 affidata dalla MM all’ATSP; oltre ad avere in affidamento dalla Cargo 3 carri antichi
Il Presidente dell’ATSP
Dott.Oreste Serrano
 
 
Pros. >
Menu principale
Home
Eventi e manifestazioni
Attualità Ferroviaria
Modalità richiesta treni
Linee Ferroviarie in Puglia
Rassegna stampa
Links
Diventare soci ATSP
Treni in programma
Programmi Treni
Locandine
Notizie storiche
Il recupero dei rotabili ATSP
Notizie storiche sui rotabili
Storia delle Ferrovie in Puglia
Francobolli ferroviari
Ultime notizie
Sondaggi
Ti piace il nostro sito?
 
Chi e' online
Abbiamo 3 visitatori online