Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

 

 

"Viaggi nel Tempo" Taranto - Spinazzola II Edizione Stampa E-mail

Favorito da una bella giornata di sole domenica 11 luglio è stato effettuato il secondo Treno Storico dell’Archeologia, Taranto - Bari Centrale – Canne della Battaglia - Spinazzola, inserito nell’iniziativa “Viaggi nel Tempo”, frutto del Protocollo d’intesa tra la Regione Puglia, Trenitalia e l’ATSP stessa. Il Treno ha visto un discreto numero di partecipanti provenienti da Taranto, Bari e addirittura da Barletta stessa che con l’ausilio del socio Dott. Daniele Biffino, esperto di arte e di archeologia, hanno potuto comprendere in modo del tutto gratuito la storia e i resti dell’Antica battaglia tra Cartaginesi e Romani durante le Guerre Puniche. Piacevole è stata la passeggiata dalla stazione di Canne all’ingresso del parco archeologico tra coltivazioni di ortaggi e filari di vigneti. Il treno è rimasto fermo nella stazioncina di RFI per circa due ore, il tempo necessario per far compiere la visita; alle 11,40 è partito poi da Canne per Spinazzola dove è giunto puntuale alle ore 13,00. Grazie all’intesa tra la Pro loco di Spinazzola e l’ATSP tutti i partecipanti al viaggio sono stati portati con un bus di lusso presso due noti ristoranti, dove hanno potuto gustare i prodotti tipici del territorio della bella cittadina della valle dell’Ofanto e ammirare le bellezze storiche del borgo antico. Alle 16.00 in punto è stato dato il segnale di partenza per il rientro a Taranto, e il lungo convoglio storico, salutato da tutti i presenti, si è mosso, ricambiando il saluto con sonori suoni di tromba lasciando alle spalle la bellissima stazione di Spinazzola, ancora integra nella sua struttura antica che ne fa un insieme di stupenda bellezza di un qualcosa che purtroppo oggi non esiste più. Con il sole alle spalle, il treno è sceso nella valle dell’Ofanto tra distese di vigneti, boschi e coltivazioni di grano, mentre il personale dell’Associazione presente sempre a bordo dei treni si prodigava nell’opera di assistenza al viaggiatori e nel divulgare e a far conoscere ai passeggeri le finalità e gli scopi del viaggio con i rotabili storici. Piacevole è stata la sosta nella stazione di Bari Centrale dove i numerosi passeggeri che attendevano l’ETR 600 per Roma hanno avuto la fortuna di ammirare il passato e il presente delle Ferrovie dello Stato.

 

 
Il Treno Storico a Canne della Battaglia
 
(Foto Oreste Serrano)

 

 
Istantanea del Treno Storico
 
(Foto Oreste Serrano)
 
Considerazioni.
 

Con questo si concludono per il 2010 i viaggi organizzati dall’ATSP verso la zona della Puglia Imperiale e la Valle dell’Ofanto e con molta probabilità anche per i prossimi anni. Il motivo va ricercato nella totale mancanza di collaborazione e di sostegno degli Enti locali alla nostra proposta e nella diffidenza e nella disorganizzazione delle Agenzie turistiche o pseudoturistiche della provincia di BAT, una volta che erano state avviate con loro delle intese di programma. Si è cercato in tutti i modi di ottenere indicazioni e suggerimenti dai responsabili locali alle risorse turistiche, stimolandoli a concordare i tempi e i modi che tenessero in giusto conto sia le loro iniziative turistiche che quelle dell’Associazione, affinché tutti gli obiettivi potessero essere colti da ambo le parti. Un grosso plauso va invece alla Pro Loco di Spinazzola che ha risposto ad una fattiva collaborazione, cogliendo appieno il vero spirito delle iniziative. Nonostante ciò i due treni del 6 giugno e dell’11 luglio hanno avuto un lusinghiero successo di pubblico.

L’ATSP, riconosciuta a livello nazionale come l’Associazione più attiva nel campo dei treni storici, è fiera di aver operato con correttezza e responsabilità effettuando con la propria organizzazione due treni di grande prestigio storico (un treno di 10 pezzi che questa linea non ha mai visto) su un linea ferroviaria della Puglia a scarso traffico passeggeri. E’ stato un grande rischio per l’ATSP effettuarli in questo modo, ma nonostante tutto l’Associazione è fiera del proprio lavoro e non ha nulla da rimproverarsi:

- Innanzittutto ancora di più l’ATSP afferma la propria caratteristica di essere unica depositaria dei treni storici in Puglia e nel centro-sud Italia, senza di lei non si fanno i treni d’epoca;

- ha sostenuto con tutte le sue risorse, soprattutto economiche, il peso dell’organizzazione di questi due treni storici;

- è stata costretta ad operare da sola, in un territorio così distante da Taranto, dimostrando nel suo piccolo esperienza, serietà e competenza organizzativa che risale ad oltre 60 treni già fatti;

- ha riscosso un successo mediatico strepitoso, dove tutti gli organi di stampa, televisivi e soprattutto quelli informatici hanno dato il giusto risalto ad una iniziativa lodevole e ricca di interesse culturale, facendo moltiplicare i contatti e le informazioni, consentendo di far conoscere ai giovani una diversa ferrovia;

- è stao notato un diverso approccio e una maggiore attenzione delle strutture di Trenitalia e di RFI verso i Treni d’epoca della Regione Puglia, soprattutto da parte della Direzione della Regionale Puglia, del suo Direttore, Sabrina De Filippis e dei suoi collaboratori;

- Un particolare accenno deve essere fatto ai macchinisti e al personale viaggiante di Trenitalia, sempre disponibili al dialogo con l’ATSP, ma anche meravigliosamente padroni delle loro conoscenze professionali che applicano sui rotabili storici con grande abnegazione. A loro va un ringraziamento sentito perché avvertono con maestria che sono chiamati ad un compito prestigioso e privilegiato. Devo dichiarare a loro beneficio che molti passeggeri mi hanno delegato a ringraziarli.

 

PROSSIMO TRENO: 12 SETTEMBRE 2010 TARANTO - POLIGNANO A MARE

 

 

 

 
Il Treno dell'Archeologia - 11 Luglio Stampa E-mail

Dopo il successo riscosso lo scorso 6 Giugno si torna tutti in carrozza Domenica 11 Luglio con il Treno Dell'Archeologia, seconde tappa dell'iniziativa “Viaggio nel Tempo” frutto di un accordo tra Trenitalia, Regione Puglia e A.T.S.P. stessa. Lo storico luogo dello scontro tra romani e cartaginesi è oggi un'area archeologica di grande rilevanza storica dove il treno trova l'unica stazione, nel panorama delle ferrovie mondiali, a servire questo importante sito archeologico. Si prosegue per Spinazzola dove sarà possibile gustare i prodotti enogastronomici grazie alle loro strutture turistiche. Per l'occasione Trenitalia dovrà provvedere, tramite RFI, ad abilitare la linea essendo chiusa la domenica al traffico. Per qualsiasi informazione o per la prenotazione clicca qui

 

 

 

 

Punto Ristoro nella stazione di Spinazzola

(foto Valentina Pavese)

 

 

 

Info Prenotazioni Ristoranti Consigliati di Spinazzola

 
I treni ALFA Stampa E-mail

L’Alfa Romeo compie 100 anni, ma forse non tutti sanno che la famosa casa automobilistica all’inizio della sua storia ha costruito anche treni. Il 24 giugno 1910, la fabbrica di automobili Darracq, per difficoltà economiche cede lo stabilimento del Portello e le quote societarie ad un gruppo di industriali milanesi. La 24 HP è la prima vettura A.L.F.A. (Anonima Lombarda Fabbrica Automobili) progettata dal Geometra Giuseppe Merosi. Nel 1915 nonostante le grandi qualità della vettura, l’azienda è nuovamente in crisi e viene liquidata con l’apporto dell’ Ing. Nicola Romeo, già titolare di alcune aziende costruttrici di materiale ferroviario, nasce così una nuova Società, l’ Alfa Romeo. E’ proprio tra il 1915 e il 25 che la Costruzioni Meccaniche di Saronno, facente capo al raggruppamento delle aziende dell’ Ing. Nicola Romeo, progetta e assembla le due locomotive elettriche trifase E552 ed E333. La commessa prevedeva la produzione di 15 E552 su disegni e brevetti degli ingegneri ungheresi Kandò e Blathy, e di 40 E333 entrate in servizio tra il 1923 – 24. Pur non avendo una notevole forza di trazione le due locomotive svolsero un ottimo lavoro al traino di treni passeggeri (E333) e merci (E552).

 

Locomotore Trifase Gr. E552

 

Locomotore Trifase Gr. E333

 

A cura di Roberto Antenozio

Comunicazione ATSP

 
"Viaggi nel Tempo" Taranto - Spinazzola Stampa E-mail

 

Domenica 6 giugno con il primo treno dell’Archeologia (Taranto – Bari – Trani – Barletta – Spinazzola) si è dato avvio all’iniziativa “Viaggi nel Tempo”, frutto del Protocollo d'intesa tra Regione Puglia e Trenitalia. Dal punto vista organizzativo bisogna esprimere massima soddisfazione per la risonanza mediatica registrata e per il successo ottenuto di affluenza; tra la meta di Trani e quella di Spinazzola infatti si sono contati a bordo del treno 513 passeggeri (79 da Taranto, 55 da Massafra - Castellaneta, 220 da Bari, 58 da Trani e 101 da Barletta) e questo dimostra sempre di più l'interesse verso questo tipo di eventi, premiando così gli sforzi dell'A.T.S.P. e della Direzione della Regionale Puglia nel suo Dirigente Dr.ssa Sabrina De Filippis.

L’A.T.S.P. è stata presente con 18 elementi che hanno svolto le mansioni previste dalla convenzione con puntualità e abnegazione. Rilevanti sono state le intese turistiche stipulate con Puglia Imperiale Turismo di Trani e con i Comuni della Provincia della B.A.T. che hanno messo a disposizione delle iniziative gratuite a beneficio dei loro beni culturali ed enogastronomici (un ringraziamento va al Sindaco di Spinazzola e di Minervino Murge).

Una giornata all’insegna della cultura e della storia che ha lasciato piacevolmente colpiti tutti i viaggiatori. Il mese prossimo si torna in carrozza con lo stesso percorso che vedrà, stavolta, la città di Canosa proporre le sue iniziative ai numerosi passeggeri del treno. Siete tutti invitati!

 

 
L'arrivo a Canne della Battaglia
(Foto Oreste Serrano)

 

 
I Passeggieri a Canne della Battaglia
(Foto Oreste Serrano)

 

 
 
Istantanea del Treno Storico
(Foto Oreste Serrano)

 

Rassegna Stampa - Ferrovie dello Stato

 

Testo e Foto Prof. Oreste Serrano Presidente ATSP

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 49 - 56 di 157
Menu principale
Home
Eventi e manifestazioni
Attualità Ferroviaria
Modalità richiesta treni
Linee Ferroviarie in Puglia
Rassegna stampa
Links
Diventare soci ATSP
Treni in programma
Programmi Treni
Locandine
Notizie storiche
Il recupero dei rotabili ATSP
Notizie storiche sui rotabili
Storia delle Ferrovie in Puglia
Francobolli ferroviari
Ultime notizie
Sondaggi
Ti piace il nostro sito?
 
Chi e' online
Abbiamo 4 visitatori online